Cibi e bevande che dovete assolutamente provare a Valencia

Cibi e bevande che dovete assolutamente provare a Valencia

La cultura gastronomica di Valencia è straordinaria. Riesce ad accostare ingredienti semplici e locali, con tecniche di cucina particolari, creando dei piatti creativi e deliziosi. Dalle tapas alla tradizionale paella, mangiare a Valencia è come sentirsi a casa.

Una cosa che sono solita fare, prima di partire per una meta a me sconosciuta, è quella di informarmi sui piatti tipici di quel posto e stilare un elenco di quelli che voglio a tutti i costi assaggiare. Anche per questo viaggio a Valencia è stato così e, assaporando le loro specialità, sono riuscita a scoprire tutto il meglio della loro cucina. Pertanto in questo articolo vi consiglio i cibi e le bevande che dovete assolutamente provare a Valencia.

Paella Valenciana

La Paella Valenciana è il piatto culto della cucina spagnola ed è conosciuta in tutto il mondo. Una scoperta che mi ha spiazzata e che dovete conoscere anche voi, è che in realtà non esistono varie tipologie di paella. La paella nasce unicamente a Valencia ed è la sola originale. Non esiste la paella ai frutti di mare, quella di solo carne o quella mista. La paella è solo alla valenciana e gli ingredienti principali sono il coniglio, il pollo, le lumache (che ormai non mette più nessuno) e i fagioli. La verità è che noi (stranieri) chiamiamo paella qualsiasi tipo di riso fatto nella paellera. Ciò nonostante non è quella vera. Quindi ripetete insieme a me: “non c’è nessun pesce nella paella”. Le altre varietà sono dei semplici risi (arroz).

Paella

Agua de Valencia

Già dal primo sorso, l’Agua de Valencia mi ha conquistata ed è diventata a tutti gli effetti il mio cocktail preferito. Questa è una bevanda molto popolare a Valencia e viene perlopiù bevuta per rinfrescarsi. La ricetta prevede un mix di cava (vino frizzante spagnolo), succo d’arancia (spremuto al momento) e una bella spruzzata di gin e vodka. Generalmente, l’agua de Valencia è molto fredda, servita in caraffa e consumata in bicchieri da champagne o da cocktail. Dapprima il suo sapore non è forte, assomiglia ad un semplice succo d’arancia, ma fate attenzione perché è molto alcolico e i suoi effetti li sentirete solo a bicchiere finito.

Agua de Valencia

Jamón ibérico

Appena si parla di cucina spagnola, un altro cibo che viene subito in mente, oltre alla paella, è il Jamón, ossia il prosciutto crudo. Ne esistono due varietà importanti: Jamón Ibérico (prosciutto del maiale iberico nero) e Jamón Serrano (prosciutto del maiale bianco di montagna). Il prosciutto iberico è il più prelibato e il Pata Negra è il top per qualità e bontà. Assaggiare il Jamón è un’esperienza ed è un prosciutto che va degustato piuttosto che mangiato. Consiglio di prenderne pochi grammi poiché è un prosciutto grasso e dal sapore intenso. Assaporatelo in purezza, senza pane ne nient’altro e capirete cosa significa irresistibile scioglievolezza (altro che cioccolatini della Lindt).

Jamòn

Horchata

Ho voluto mettere l’horchata in questo elenco semplicemente perché è una tipica specialità valenciana e se si visita questa città non si può non assaggiarla. Personalmente, e non me ne vogliano a male i valenciani, questa bevanda l’ho trovata terribile! Ha un gusto dolce e vegetale e non ha niente a che vedere con l’orzata e i vari tipi di latte vegetali che si trovano in commercio (soia, mandorla ecc.). È preparata con latte di chufas (zigoli dolci), acqua e zucchero e viene perlopiù consumata a merenda, rigorosamente fredda ed accompagnata con i fartóns. Che altro dire…assaggiatela e fatemi sapere se vi è piaciuta!

Horchata Valencia

Fartóns

I Fartóns sono un tipico dolce della regione valenciana nati nel comune di Alboraya. Sono dei panini morbidi, dalla forma allungata e adatti per essere inzuppati. Creati come dolce di accompagnamento per l’horchata, i fartóns si combinano perfettamente anche con bevande calde, come la cioccolata in tazza e il cafè con leche. Il loro gusto e la loro consistenza ricordano molto l’impasto dei croissant, ma in realtà sono dolci molto leggeri, poco zuccherosi e gradevolissimi da consumare a colazione.

Fartòn Valencia

Clóchinas de Valencia

Le Clóchinas sono semplicemente le cozze valenciane e sono uno di quei piatti che fanno parte della tradizione gastronomica della città. Cosa hanno queste cozze di diverso dalle nostre cozze italiane? Sono più piccole, di colore chiaro e il sapore è leggermente più intenso. Tra l’altro sono conosciute  come le cozze del Mediterraneo, poiché l’acqua in cui vengono allevate risulta molto più salata e nutriente di altre acque di mare e ciò le rendono molto superiori in qualità e sapore a confronto ad altri tipi di cozze. La Pilareta è uno dei locali più famosi a Valencia che offre come specialità le cozze cotte a vapore. Se siete in zona del Barrio del Carmen vi consiglio di farci un salto e ordinarle come tapas.

cozze valenciane

Crema Valenciana

La Crema Valenciana non ha nulla a che vedere con la crema catalana. Se dall’aspetto può risultare abbastanza simile, gli ingredienti ed il gusto sono completamente diversi. La crema valenciana è un dolce delicato e leggero e lo possono mangiare davvero tutti perché non contiene lattosio e glutine. Il suo ingrediente principale è l’horchata e, sebbene come bevanda l’abbia odiata, posso dire con estrema sincerità che questo dolce non è stato niente male. Vi consiglio di assaggiarlo a fine pasto perché è un dessert delizioso ed estremamente light.

crema de Valencia

Written by Tanja Adducchio

Leave a comment